Conseggio pe-o patrimònio linguistico ligure

Conseggio ligure

Ci sostengono

Il Conseggio è nato nel 2019 come gruppo di lavoro di quattro studiosi liguri per progetti di natura linguistica. Col tempo altre persone hanno voluto darci il loro appoggio. Siamo onorati di poter contare sul supporto di:

  • Paolo Besagno. Autore e compositore genovese. Ha studiato musica elettronica col maestro Riccardo Dapelo. Dal 1994 è il direttore artistico della squadra di canto popolare genovese I Giovani Canterini di Sant’Olcese, dove canta anche da contralto.
  • Lorenzo Bisio. Storico dell’arte laureato all’università di Genova, divulgatore scientifico per i Rolli Days e coideatore delle visite in genovese per i palazzi dei Rolli. Scrive su diverse riviste e testate locali per valorizzare e far conoscere il patrimonio storico-artistico ligure.
  • Guido Borghi. Ricercatore a tempo indeterminato in Glottologia e Linguistica presso l’università di Genova. Fra i suoi plurimi temi di studio rientra la ricostruzione della toponomastica e del lessico indoeuropeo preistorico, con particolare riguardo al bacino mediterraneo.
  • Fabio Canessa. Giornalista e autore genovese che ha lavorato per Primocanale, Telenord e Genova24. È uno dei promotori più importanti dell’utilizzo del genovese nel campo del giornalismo.
  • Edoardo Ferrante. Data scientist che lavora come innovatore a Zurigo. Diplomato all’università di Genova in ingegneria informatica, ama unire le sue passioni per la programmazione, l’intelligenza artificiale e la linguistica per proteggere la sua lingua.
  • Enrico Granara. Traduttore e scrittore in genovese. Ha messo il suo passato da diplomatico al servizio del Comune di Genova e del MEI per fare da collegamento col Conseggio.
  • Alessandro Guasoni. Poeta, narratore e saggista, ha pubblicato una dozzina di volumi in e sul genovese. Ha vinto numerosi premi letterari, dal Lauro d’Oro 1981 al Ciavai 2017. Collabora con l’università di Innsbruck al progetto GEPHRAS.
  • Christopher Haberland. Data scientist e dottorando in linguistica computazionale all’università di Washington.
  • Stefano Lusito. Ricercatore nel dipartimento di Romanistica dell’università di Innsbruck. Traduttore e lessicografo, ha collaborato al progetto GEPHRAS. Laureato presso l’università di Genova in traduzione e interpretariato.
  • Jean Maillard. Nato a Genova, dal 2018 è ricercatore in Silicon Valley sull’intelligenza artificiale applicata alla linguistica. Dottore di ricerca dell’università di Cambridge in linguistica computazionale.
  • Danila Olivieri. Poetessa in lingua italiana e genovese che ha vinto numerosi premi. È la presidentessa del Salotto letterario di Sestri Levante e membro della giuria del premio internazionale Carlo Bo/Giovanni Descalzo.
  • Bruna Pedemonte. Poetessa genovese, collabora alla pagina Parlo ciæo de Il Secolo XIX con una rubrica di riflessioni filosofiche sulla società. Ha pubblicato una raccolta di poesie intitolata À crovî e reixe nue per la collana E restan forme (ed. Zona).
  • Claudio Rezzoagli. Cultore delle parlate locali e delle tradizioni della val Cichero, da cui è originario. È impegnato da anni nella valorizzazione del patrimonio linguistico ligure, con particolare attenzione ai nuovi mezzi di comunicazione.
  • Rosa Ronzitti. Professore associato di Glottologia e Linguistica presso l’università di Genova e codirettrice di Lumina. Rivista di linguistica storica e di letteratura comparata. È specialista di Glottologia, Sanscrito e Mitologia Comparata.
  • Anselmo Roveda. Scrittore e studioso di letteratura e immaginario, è professore di Sceneggiatura II (Analisi delle strutture narrative e elementi di scrittura creativa) all’ISIA di Urbino, coordinatore della rivista di letteratura e illustrazione Andersen e direttore della rivista Cabirda.